DIRITTO DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI | Università degli studi di Bergamo - Didattica e Rubrica

DIRITTO DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI

Attività formativa monodisciplinare
Sede: 
BERGAMO
Codice dell'attività formativa: 
GDF030

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2018/2019
Insegnamento (nome in italiano): 
DIRITTO DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI
Insegnamento (nome in inglese): 
Labour law
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
DIRITTO DEL LAVORO (IUS/07)
Anno di corso: 
5
Anno accademico di offerta: 
2022/2023
Crediti: 
12
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
72
Ambito: 
Laburistico
Prerequisiti

Diritto Privato - Diritto Costituzionale

Obiettivi formativi

- Conoscenza e capacità di comprensione. Lo studente deve dimostrare di avere acquisito una conoscenza di base degli istituti del diritto sindacale e del diritto del lavoro.
- Capacità applicative. Lo studente deve dimostrare di sapere applicare le nozioni apprese a contesti concreti e casi specifici concernenti il diritto sindacale ed il diritto del lavoro.
- Autonomia di giudizio. Lo studente deve dimostrare di sapere assumere posizioni argomentate e giuridicamente sostenibili con riferimento alle tematiche oggetto del corso.
- Abilità nella comunicazione. Lo studente deve dimostrare di saper esprimere le nozioni acquisite con coerenza argomentativa, rigore sistematico e proprietà di linguaggio.
- Capacità di apprendere. Lo studente deve dimostrare di sapere ricostruire i profili storici ed evolutivi del diritto del lavoro, applicando il quadro normativo di riferimento.

Contenuti dell'insegnamento

Lo studio del Diritto del lavoro riguarda sia la disciplina dell’organizzazione e dell’azione dei sindacati dei lavoratori e dei datori di lavoro, sia quella del rapporto individuale di lavoro subordinato.
La materia, pertanto, si suddivide in due nuclei fondamentali:
1) il Diritto sindacale: libertà e organizzazione sindacale, contratto collettivo, diritto di sciopero e libertà di serrata, strumenti collettivi di gestione delle situazioni di crisi aziendale; norme sull’esercizio della libertà sindacale del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia a ordinamento militare (L. 46/2022)
2) il Diritto del lavoro in senso stretto: la fattispecie lavoro subordinato, la struttura del contratto di lavoro, la disciplina del rapporto individuale di lavoro.
In relazione ad entrambi i nuclei della materia, lo studio dei profili teorici è affiancato dall’analisi di casi pratici, sulla base dell’analisi di sentenze e di altri materiali e l’intervento di professionisti operanti nel mercato del lavoro.
Programma analitico del corso: Le fonti del diritto del lavoro - La libertà sindacale ex art. 39, comma 1, Cost. - La libertà sindacale nel Titolo II, L. 300/1970 - Rappresentanza e rappresentatività sindacale - Le rappresentanze sindacali aziendali e le rappresentanze sindacali unitarie - La repressione della condotta antisindacale - La contrattazione collettiva - I profili giuridici del contratto collettivo di diritto comune - La contrattazione collettiva nel pubblico impiego - Lo sciopero e la serrata - Lo sciopero nei servizi pubblici essenziali - L'evoluzione della disciplina del rapporto di lavoro subordinato - La tassatività ed inderogabilità della disciplina del lavoro subordinato - Gli orientamenti giurisprudenziali in materia di qualificazione del rapporto di lavoro - Le collaborazioni etero-organizzate ed il lavoro autonomo c.d. "parasubordinato" - La costituzione del rapporto di lavoro - L'obbligo di diligenza del prestatore di lavoro - La disciplina delle mansioni - I limiti ai poteri del datore di lavoro - Il divieto di discriminazioni - Il potere disciplinare del datore di lavoro e l'obbligo di fedeltà - La retribuzione ed il tfr - La sicurezza e salute dei lavoratori sul luogo di lavoro - Le cause di sospensione del rapporto di lavoro - Il lavoro accessorio e le prestazioni occasionali - I tirocini - Il recesso dal contratto di lavoro: dimissioni e risoluzione consensuale, licenziamento individuale - Le tutele per i lavoratori contro i licenziamenti ingiustificati - I licenziamenti collettivi - Le forme di lavoro non standard e, in particolare, il contratto di lavoro a tempo determinato - L’apprendistato - I contratti di lavoro ad orario ridotto e/o flessibile e, in particolare, il lavoro a tempo parziale - La somministrazione di lavoro e il distacco - L’appalto - Il trasferimento d’azienda.

Metodi didattici

Le lezioni frontali saranno accompagnate dall’analisi di casi pratici svolti con la partecipazione degli studenti e da incontri con ufficiali della Guardia di Finanza e di enti pubblici che, con varie funzioni, svolgono attività ispettiva e di controllo sui rapporti di lavoro, professionisti, operatori del mercato del lavoro (ispettori del Ministero del Lavoro e di Inps e/o Inail, consulenti del lavoro, avvocati, magistrati, sindacalisti, dirigenti d’impresa). Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte modifiche rispetto a quanto dichiarato nel syllabus per rendere il corso e gli esami fruibili anche secondo queste modalità.

Modalità verifica profitto e valutazione

L’esame si svolge in forma orale e la valutazione è espressa con un voto in trentesimi, con eventuale lode. I criteri per la valutazione della prova orale tengono conto della correttezza dei contenuti, della chiarezza argomentativa e delle capacità di analisi critica e di rielaborazione.
Gli studenti frequentanti potranno accedere a prove intermedie secondo le modalità che saranno indicate a lezione.
Lo studente, ai fini del positivo superamento dell’esame, deve essere in grado di dimostrare la conoscenza dei profili essenziali della disciplina del diritto sindacale e del diritto del lavoro, mettendone in luce gli aspetti peculiari rispetto al diritto civile. Partendo da tali conoscenze, gli studenti sono chiamati ad assumere motivate opinioni rispetto all’applicazione dei principi di carattere generale alle fattispecie concrete.

Prerequisites

Private Law - Constitutional Law

Educational goals

- Knowledge and understanding. The student must demonstrate to have acquired a basic knowledge of the main legal institutes of Trade Union Rights and Labour Law.
- Practical capabilities. The student must demonstrate to have acquired the capability to apply the concepts in practical contexts and to specific cases referred to Trade Union Rights and Labour Law.
- Making judgments. The student must demonstrate to be able to assume positions argued and legally sustainable with reference to the topics of the course.
- Communication skills. The student must demonstrate his ability in expressing the knowledge gained with consistency in arguments, systematic precision and appropriate language.
- Learning capabilities. The student must demonstrate to be able to reconstruct the historical patterns and evolution of Labour Law, applying the respondent regulatory framework.

Course content

The study of the Labour Law concerns the discipline of the organization and of the activity of trade unions and employers’ associations, as well as the regulation of the individual employment relationship.
The course is therefore divided in two fundamental areas:
1) trade union rights: unions freedom and organization, collective bargaining, right to strike and freedom of lockout, collective tools functional to manage company crises; rules on the exercise of trade union freedom of the personnel of the Armed Forces and of the military police forces (Law 46/2022)
2) labour law in strict sense: the legal framework of dependent work, the structure of the wage labour agreements, the discipline of the individual employment relationship.
With reference to both the areas, theorical studies will be supported by the analysis of practical cases, realised on the basis of the judgments and other materials and also through the advices of professionals operating in the labour market.
Analytical course program: The legal sources of Labour Law – The freedom of association regulated by Article 39, paragraph 1, of the Constitution – The freedom of association in the light of Title II of Law No. 300 of 1970 – Trade unions representativeness and representation – Company trade union representative bodies and unitary trade unions representative bodies – The instruments to contrast anti-trade unionist conducts – Collective bargaining – The juridical elements of collective agreements regulated by Civil Law – Collective agreements in the Civil service – Right to strike and freedom of lockout – The discipline of right to strike in essential publics services – The evolution of the legal framework of wage labour – The discipline of wage labour as a mandatory regulation – Main case law in relation to the qualification of the labour relationship – Hetero-organized work and coordinated and continuous collaboration agreements – The establishment of a labour relationship – The employees’ duty of care – The regulation of professional levels – The limits to the employer’s powers - The ban on discrimination – The employer’s disciplinary power and the duty of loyalty – Salaries and severance packages – Health and safety on working places – The circumstances in which the labour relationship can be suspended – Ancillary and contingent work – The discipline of internships – The termination of the labour agreements: resignations, terminations for mutual consent and layoffs – The workers’ legal protections against unjustified layoffs – The discipline of collective dismissals – Non-standard work and, in particular, working relationships with term – The discipline of apprenticeship agreements – The employment relationships with reduced or flexible working time and, in particular, part-time work – The regulation of temporary work, secondment and procurement of work – The regulation of working relationships in case of transfer of the undertaking.

Teaching methods

Frontal classes will be supported by the analysis of practical cases realized with an active involvement of students and by meetings with officers of the Guardia di Finanza and public bodies which, with various functions, carry out inspection and control activities on labour relations, professionals, labour market operators (inspectors of the Ministry of Labour and of Inps and/or Inail, labour consultants, lawyers, magistrates, trade unionists, business managers). If the teaching is given in mixed mode or at a distance, changes may be introduced with respect to what is stated in the syllabus to make the course and the exams available also according to these modalities.

Assessment and Evaluation

The examination will consist in an oral interview, and the final mark will be expressed in thirtieths, with attribution of “laude” in case of performances of exceptional quality. The evaluation criteria of the oral interview will be the precision of contents expressed, the clarity in argumentations and the student’s ability in technical analysis and in re-elaboration of the notions acquired.
Attending students will have the opportunity to accede to intermediate verifications under the modalities indicated during lessons.
The student, in order to obtain a positive judgment during the exam, must be able to demonstrate the knowledge of essential elements of Trade Unions Rights and Labour Law, highlighting also their hallmarks in respect to Civil Law. On the base of this expertise, students are required to express motivated opinions in relation to the application of general principles to practical cases.