DIRITTO PROCESSUALE PENALE AVANZATO | Università degli studi di Bergamo - Didattica e Rubrica

DIRITTO PROCESSUALE PENALE AVANZATO

Attività formativa monodisciplinare
Sede: 
BERGAMO
Codice dell'attività formativa: 
65088

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2019/2020
Insegnamento (nome in italiano): 
DIRITTO PROCESSUALE PENALE AVANZATO
Insegnamento (nome in inglese): 
ADVANCED CRIMINAL TRIAL LAW
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa affini o integrative D.M. 270/04
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
DIRITTO PROCESSUALE PENALE (IUS/16)
Anno di corso: 
4
Anno accademico di offerta: 
2022/2023
Crediti: 
6
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
36
Ore di studio individuale: 
114
Ambito: 
Attività formative in ambiti disciplinari affini o integrativi a quelli di base e caratterizzanti, anche con riguardo alle culture di contesto e alla formazione interdisciplinare
Prerequisiti

Le propedeuticità obbligatorie sono pubblicate nella pagina https://lm- giu.unibg.it/it/il-corso/piano-di-studio

Obiettivi formativi

Il corso si propone di fornire allo studente il perfezionamento delle conoscenze già acquisite nel corso di diritto processuale penale, accompagnandolo dalla teoria degli istituti alla pratica del processo. In tale prospettiva, verrà sottoposta la risoluzione di casi per stimolare, mediante un approccio “sul campo” anche ricorrendo a processi simulati, la capacità operativa dello studente e lo sviluppo di un giudizio critico.

Contenuti dell'insegnamento

Oggetto del corso è la verifica della effettiva tenuta del principio del contraddittorio nel processo penale attraverso un approfondimento, in chiave dinamica, tanto delle norme che, pur riaffermandolo, ne erodono silenziosamente la portata, quanto delle previsioni che ne disciplinano le deroghe.

Metodi didattici

Al fine di aumentare il livello di apprendimento, di stimolare la capacità critica nonché di misurarsi con l’applicazione in concreto degli istituti processuali, il corso, oltre ad una parte di didattica frontale, verrà strutturato mediante la risoluzione di casi, la redazione di atti giudiziari vertenti su temi specifici oggetto del materiale didattico indicato e l’organizzazione di un processo simulato presso il Tribunale nel corso de quale lo studente potrà assumere la veste di un soggetto tecnico del processo (p.m., giudice, difensore) misurandosi in concreto con l’applicazione dinamica degli istituti. Il processo simulato vedrà la partecipazione di professionisti (magistrati e avvocati) che supporteranno gli studenti.

Modalità verifica profitto e valutazione

La verifica dell’apprendimento avverrà attraverso una prova orale.
Per gli studenti frequentanti l’esame orale si svolgerà sugli appunti delle lezioni, sulla giurisprudenza analizzata e i casi pratici trattati. La valutazione terrà conto anche delle verifiche in itinere che avverranno attraverso la redazione di atti, la risoluzione di casi pratici e la partecipazione al processo simulato.
Per gli studenti non frequentanti l’esame avrà ad oggetto gli argomenti del corso approfonditi nei testi di riferimento e nella rassegna giurisprudenziale fornita.

Altre informazioni

Il ricevimento studenti è il venerdì dalle ore 15,30 alle ore 17,30. Durante il corso, il Professore riceve gli studenti anche prima ed al termine della lezione.
Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte modifiche rispetto a quanto dichiarato nel syllabus per rendere il corso e gli esami fruibili anche secondo queste modalità.

Prerequisites

Prerequisites required are published on the web site https://lm- giu.unibg.it/it/il-corso/piano-di-studio

Educational goals

The course aims to provide the student with the improvement of the knowledge already acquired in the criminal procedural law course, accompanying him from the theory of institutes to the practice of the trial. In this perspective, the resolution of cases will be subjected to stimulate, through a "field" approach also using simulated trials, the operational capacity of the student and the development of a critical judgment.

Course content

The subject of the course is the verification of the effective holding of the adversarial principle in the criminal trial through an in-depth analysis, in a dynamic key, both of the rules which, while reaffirming it, silently erode its scope, and of the provisions governing its exceptions.

Teaching methods

In order to increase the level of learning, to stimulate the critical capacity and to measure himself with the application in practice of the procedural institutes, the course, in addition to a part of frontal teaching, will be structured through the resolution of cases, the drafting of judicial documents relating to specific topics covered by the teaching material indicated and the organization of a simulated trial at the Court during which the student can assume the role of a technical subject of the trial (prosecutor, judge, lawyer) measuring himself concretely with the dynamic application of the institutes. The simulated trial will see the participation of professionals (magistrates and lawyers) who will support the students.

Assessment and Evaluation

The verification of learning will take place through an oral test.
For attending students the oral exam will take place on the lecture notes, on the case law analyzed and the practical cases handled. The assessment will also take into account the ongoing checks that will take place through the drafting of documents, the resolution of practical cases and participation in the simulated trial.
For non-attending students the exam will focus on the topics of the course detailed in the reference texts and in the case law review provided.

Further information

The office houre: every week, Friday 15,30-17,30. During the course, the professor receives students even before and after the lesson.
If the teaching is taught in a mixed mode or remotely, changes can be made compared to what is stated in the syllabus to make the course and exams usable also in these ways.