PROGETTAZIONE DELL'INCLUSIONE SCOLASTICA | Università degli studi di Bergamo - Didattica e Rubrica

PROGETTAZIONE DELL'INCLUSIONE SCOLASTICA

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
84076-MOD2

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2020/2021
Insegnamento (nome in italiano): 
PROGETTAZIONE DELL'INCLUSIONE SCOLASTICA
Insegnamento (nome in inglese): 
DESIGNING SCHOOL INCLUSION
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Opzionale
Settore disciplinare: 
DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE (M-PED/03)
Anno di corso: 
1
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Crediti: 
6
Responsabile della didattica: 
Mutuazioni

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
120
Ambito: 
Discipline pedagogiche e metodologico-didattiche
Prerequisiti

Non sono previsti prerequisiti formali per l’insegnamento. La conoscenza dei concetti fondativi della Pedagogia generale è tuttavia di supporto alla piena comprensione dei contenuti proposti.

Obiettivi formativi

Il Modulo 1 - Progettazione dell'inclusione sociale - congiuntamente con il Modulo 2 - Progettazione dell'inclusione scolastica – compone l'insegnamento di PROGETTAZIONE DELL'INCLUSIONE.
Gli obiettivi dell’insegnamento ricomprendono gli obiettivi formativi relativi all’Ambito A “Pedagogia, Pedagogia Speciale e didattica dell'inclusione”, previsti dal D.M. MIUR 10 agosto 2017, n. 616 che disciplina il conseguimento dei 24 CFU necessari per l’accesso ai futuri percorsi triennali di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente per i docenti della scuola secondaria (FIT).
Gli obiettivi formativi si intendono parzialmente comuni per i percorsi SDE “Progettazione dell'inclusione scolastica” e FIT Ambito A.

CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine del modulo lo studente conoscerà i principali riferimenti normativi per promuovere e progettare, all’interno del contesto scolastico, il processo inclusivo degli studenti con disabilità Entrerà in contatto con i costrutti di integrazione e inclusione e con le modalità con cui essi vengono definiti sia a livello nazionale sia internazionale.
Conoscerà i principali riferimenti normativi nazionali ed internazionali relativi al processo inclusivo e i dispositivi previsti dalla vigente legislazione per progettarlo e valutarlo (Piano triennale dell’offerta formativa - PTOF, rapporto di autovalutazione - RAV, piano annuale inclusione – PAI).
Conoscerà i principali modelli teorici della progettazione educativa individualizzata in termini inclusivi, le fasi di cui essa si compone ed i relativi strumenti di attuazione.
Conoscerà la Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute - ICF (OMS, 2001, 2007), il modello di riferimento
e le possibili applicazioni in ambito scolastico, anche in relazione all’elaborazione di un profilo di funzionamento, come indicato dalla più
recente normativa.
Conoscerà inoltre gli elementi della progettazione istituzionale a supporto dell’inclusione scolastica ed esempi di autoanalisi ed autovalutazione di
istituto dei processi inclusivi.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine del modulo lo studente avrà raggiunto competenze nella distinzione tra i costrutti di integrazione e inclusione, nonché nella progettazione, realizzazione e valutazione dei percorsi inclusivi indirizzati all’alunno con disabilità nell’ambito scolastico.
Sarà inoltre in grado di applicare in ambito scolastico, in modo opportuno, le conoscenze acquisite con particolare riferimento al modello ICF, anche
nell’ottica della redazione dei documenti programmatici previsti dalla normativa.
Avrà infine raggiunto consapevolezza circa la complessità e competenze per sviluppare un processo di valutazione ed autovalutazione della progettazione istituzionale finalizzata all’inclusione.

Contenuti dell'insegnamento

Il tema della progettazione, dell’attuazione e della valutazione del processo inclusivo, in chiave individuale e istituzionale.
I costrutti di integrazione e inclusione relativi al panorama nazionale e internazionale
I principali documenti programmatici a supporto della progettazione individualizzata previsti dalla normativa.
La Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute - ICF (OMS, 2001, 2007) e le sue possibili declinazioni in ambito scolastico in relazione ai documenti programmatici.

Metodi didattici

Lezioni frontali, con attenzione sia alla piena esplorazione di costrutti teorici che al supporto di attività esperienziali, tramite l’utilizzo di materiali filmici, esemplificazioni e sperimentazione di strumenti operativi, contatti con esponenti locali della comunità sociale impegnata nei settori di riferimento.
Le proposte di approfondimento da parte degli studenti saranno bene accolte, all’interno della complessiva programmazione dell’insegnamento.

Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte modifiche rispetto a quanto dichiarato nel Syllabus per rendere il corso e gli esami fruibili anche secondo queste modalità.

Modalità verifica profitto e valutazione

Un feedback riflessivo durante e alla conclusione di ogni lezione e del lavoro cooperativo che l’accompagna verrà utilizzato per un costante monitoraggio del processo di apprendimento degli studenti.

La verifica consisterà in una prova scritta (test a risposta multipla) relativa ai testi istituzionali e una successiva prova orale (destinata solo a coloro che superino il test scritto) relativa ai contenuti di tutti i testi studiati e a quelli rilevabili dalle diapositive delle lezioni sugli stessi argomenti.
Le prove si svolgeranno nella stessa giornata: il superamento della prima prova è propedeutico all’ammissione alla seconda e non sarà possibile suddividere l’esame in due appelli.
E' NECESSARIO CHE GLI STUDENTI PORTINO CON SE' I VOLUMI STUDIATI PER L'ESAME al fine di favorire il dialogo intorno ai contenuti.

I criteri di valutazione riguarderanno:
• l’esaustività della conoscenza raggiunta intorno a ciascuno dei temi proposti;
• la correttezza del linguaggio specifico del dominio scientifico;
• la correttezza espositiva sotto i profili della costruzione logica, sintattica e grammaticale

Prerequisites

There are no formal prerequisites for this course. However, knowledge of the founding concepts of General Pedagogy may support a full understanding of the proposed contents.

Educational goals

The module of "Pogettazione dell'inclusione scolastica" together with that of "Progettazione dell'inclusione sociale" composes the course of Progettazione per l'inclusione.

The objectives of the teaching course include the training objectives related to the AREA A "Pedagogy, Special Pedagogy and Didactics of Inclusion", according to the Ministerial Decree MIUR August 10, 2017, n. 616 which regulates the achievement of the 24 CFU necessary for access to future three-year courses of initial training, internship and insertion in the teaching function for secondary school teachers (FIT).
The training objectives are partially common for the SDE courses "Progettazione per l'inclusione".

KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING
At the end of the module, the student will know the main normative references to promote and design, within the school context, the inclusive process of students with disabilities. They will come into contact with the integration and inclusion constructs and with the ways in which they are defined. at national and international level.
S/he will know the main national and international regulatory references relating to the inclusive process and the devices required by current legislation to design and evaluate it (Three-year training offer plan - PTOF, self-assessment report - RAV, annual inclusion plan - PAI).
He will know the main theoretical models of individualized educational planning in inclusive terms, the phases of which it is composed and the relative implementation tools.
S/he will know the International Classification of Functioning, Disability and Health - ICF (WHO, 2001, 2007), the reference model
and possible applications in the school environment, also in relation to the development of a functioning profile, as indicated by most
recent legislation.
S/he will also know the elements of institutional planning to support school inclusion and examples of self-analysis and self-evaluation of
institute of inclusive processes.

ABILITY TO APPLY KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING
At the end of the module, the student will have achieved skills in the distinction between integration and inclusion constructs, as well as in the design, implementation and evaluation of inclusive paths addressed to pupils with disabilities in the school environment.
S/he will also be able to apply in the school environment, in an appropriate way, the knowledge acquired with particular reference to the ICF model, with a view to drafting the programmatic documents required by law.
Finally, s/he will have gained awareness about the complexity and skills to develop a process of evaluation and self-evaluation of the institutional design aimed at inclusion.

Course content

The theme of the design, implementation and evaluation of the inclusive process, in an individual and institutional key.
Integration and inclusion constructs related to the national and international panorama
The main programmatic documents supporting the individualized planning required by law.
The International Classification of Functioning, Disability and Health - ICF (WHO, 2001, 2007) and its possible declinations in the school environment in relation to programmatic documents.

Teaching methods

Traditional lessons in presence wlill be held, with attention both to the full exploration of theoretical constructs and to the support of experiential activities, through the use of video materials, exemplifications and experimentation of tools, contacts with local stakeholders of the social community.
Students' proposals for in-depth study will be well received as part of the overall teaching programme.
Additional materials specially selected will also be made available to support the learning of working students.

If the course will be given in mixed or distance learning, changes may be made to what is stated in the Syllabus to make the course and the exams available also in this modality.

Assessment and Evaluation

The students' learning process will be continuously monitored through effective feedback, during the lesson and at the end of it.

For SDE students.
The test will consist of: a) a written test (multiple choice test) related to the contents of the texts of the institutional part, provided in the bibliography; b) a subsequent oral test, intended only for students who have passed the written test, related to the contents of all the texts provided in the bibliography. The lesson slides and teaching materials available on the teaching page are to be considered an integral part.
Those who have a "Special Pedagogy" exam for 12 CFU in their curriculum must take the two modules in the same day. The final grade will be the mean between the grade obtained in Module 1A and that obtained in Module 1B.

IT IS NECESSARY THAT THE STUDENT BRINGS WITH HIM/HER THE TEXTS STUDIED, in order to facilitate the conversation around the topics covered.

For FIT students AREA A.
The verification will consist of an oral examination of the contents of all the texts included in the bibliography.
IT IS NECESSARY THAT THE STUDENT BRINGS WITH HIM/HER THE TEXTS STUDIED, in order to facilitate the conversation around the topics covered.

FOR ALL STUDENTS, the evaluation criteria will concern:
- the completeness of the knowledge achieved on each of the proposed topics;
- the correctness of the specific language of the scientific domain;
- the exposition correctness in terms of logical, syntactical and grammatical construction.