PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE | Università degli studi di Bergamo - Didattica e Rubrica

PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE

Modulo Generico
Sede: 
BERGAMO
Codice dell'attività formativa: 
139026-M1

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2018/2019
Insegnamento (nome in italiano): 
PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE
Insegnamento (nome in inglese): 
PROGRAMMING AND MANAGEMENT OF TEACHING ACTIVITIES
Insegnamento: 
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa di Base
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE (M-PED/03)
Anno di corso: 
4
Anno accademico di offerta: 
2021/2022
Crediti: 
3
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Secondo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
18
Ore di studio individuale: 
57
Ambito: 
Didattica e pedagogia speciale
Prerequisiti

L’insegnamento è integrato nel corso di studi, e origina da una metariflessione sull’esperienza di alternanza formativa che lo connota fin dal primo anno.
Prerequisito al suo buon esito risulta quindi essere l’aver redatto il portfolio dello studente SFP UniBg e affrontato i primi tre insegnamenti di didattica e il tirocinio.

Obiettivi formativi

Al termine dell’insegnamento lo/la studente/ssa acquisirà conoscenze e competenze che gli/le permetteranno di analizzare e gestire la dimensione metodologico-didattica legata ai processi formativi in riferimento al costrutto di competenza e alle sue influenze rispetto al processo di insegnamento/apprendimento. Acquisirà inoltre competenze su come sviluppare e gestire la questione della triangolazione della valutazione.
Inoltre svilupperà conoscenze e competenze su come governare e attivare un processo di insegnamento/apprendimento realmente focalizzato su un approccio centrato sul bambino (child-centered approach) e rispondente alle esigenze di ogni singolo discente nella più ampia cornice dell’inclusione e nell’ottica della differenziazione didattica.

Contenuti dell'insegnamento

- Il costrutto di competenza e le sue influenze/declinazioni relative al processo di insegnamento e di apprendimento.
- Il principio della triangolazione della valutazione che ruota intorno al concetto di competenza
- La differenziazione didattica, intesa come modalità di lavoro finalizzata a creare un ambiente di apprendimento che incoraggi accolga le differenze, promuova le potenzialità, riconosca i talenti, personalizzando la proposta formativa e valorizzando il lavoro della comunità, rendendo ogni alunno protagonista del proprio curricolo.

Metodi didattici

Le lezioni si baseranno su una didattica interattiva connotata sia da momenti di esposizione dei contenuti previsti e presentati da parte della docente, con attenzione alla piena esplorazione dei costrutti teorici e all’esposizione di esperienze, che verranno tuttavia sostenuti da costanti e numerose discussioni e riflessioni con gli studenti in relazione alle loro esperienze di tirocinio e/o lavorative. Le proposte di approfondimento da parte degli studenti saranno bene accolte, all’interno della complessiva programmazione dell’insegnamento.
Le lezioni inoltre saranno strettamente interconnesse con le attività̀ previste all’interno del laboratorio.
Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte modifiche rispetto a quanto dichiarato nel syllabus per rendere il corso e gli esami fruibili anche secondo queste modalità

Modalità verifica profitto e valutazione

Un feedback riflessivo durante e alla conclusione di ogni lezione verrà utilizzato per un costante monitoraggio del processo di apprendimento degli studenti.
La verifica consisterà in una prova scritta relativa ai contenuti dei testi studiati e a quelli rilevabili dalle diapositive delle lezioni sugli stessi argomenti. La prova consisterà in 6 domande con risposte aperte (4 domande che prevedono una risposta di natura contenutistica breve e 2 domande con risposta a carattere argomentativo).
Sarà previsto un appello orale a cui potranno accedere gli studenti che, avendo superato la prova scritta, desiderino migliorare la valutazione ottenuta.
Verranno discussi in quella sede i testi studiati dallo studente.
I criteri di valutazione riguarderanno:
• l’esaustività della conoscenza raggiunta intorno a ciascuno dei temi proposti;
• la correttezza del linguaggio specifico del dominio scientifico;
• la correttezza espositiva sotto i profili della costruzione logica, sintattica
e grammaticale. ALL'ESAME E' NECESSARIO CHE LO STUDENTE PORTI CON SE' I VOLUMI STUDIATI, in modo da favorire la conversazione intorno ai temi trattati.

Altre informazioni

Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte modifiche rispetto a quanto dichiarato nel syllabus per rendere il corso e gli esami fruibili anche secondo queste modalità.

Prerequisites

The course is part of the studies path and represents a meta- reflection on the educational internship experience that characterizes the programm beginning in the first year. Therefore, for a satisfactory result it is necessary to prepare the SFP UniBG student portfolio and have already dealt with the first three didactic teaching and internship courses

Educational goals

At the end of the course the student will acquire knowledge and skills that will enable him/her to analyse and manage the methodological-didactical dimension linked to training processes with reference to the construct of competence and its influences on the teaching/learning process. They will also acquire competences on how to develop and manage the issue of triangulation of assessment.
Furthermore, he/she will develop knowledge and skills on how to govern and activate a teaching/learning process truly focused on a child-centred approach and responding to the needs of each individual learner in the broader framework of inclusion and educational differentiation.

Course content

- The construct of competence and its influences/declinations on the teaching and learning process.
- The principle of triangulation of assessment revolving around the concept of competence
- The didactic differentiation, intended as a way of working aimed at creating a learning environment which encourages differences, promotes potentialities, recognises talents, personalises the educational proposal and enhances the work of the community, making each pupil the protagonist of his/her own curriculum.

Teaching methods

The lessons will be based on an interactive teaching characterized both by moments of exposure of the expected contents and presented by the teacher, with attention to the full exploration of the theoretical constructs and to the exposure of experiences, which will however be supported by constant and numerous discussions and reflections with students in relation to their internship and/or work experiences. The proposals for further reflection by the students will be well received, within the overall programming of the course.
The lessons will also be closely interconnected with the activities planned within the laboratory.
If the teaching is given in mixed mode or at a distance, changes may be introduced with respect to what is stated in the syllabus to make the course and the exams available also in this way.

Assessment and Evaluation

Reflective feedback during and at the end of each lesson that accompanies it will be used for constant monitoring of the students' learning process.
The exam will consist of a written test relating to the contents of the texts studied and to those detectable by the slides of the lessons on the same topics. The test will consist of 6 questions with open answers (4 questions with a short content answer and 2 questions with an argumentative answer).
An oral exam will be held for students who, having passed the written test, wish to improve the assessment obtained.
The texts studied by the student will be discussed there.
The evaluation criteria will concern:
• the exhaustiveness of the knowledge achieved around each of the proposed themes;
• the correctness of the specific language of the scientific domain;
• fairness in terms of logic, syntactic construction
and grammatical.

Further information

If the course is taught in a blended or distance learning mode, changes may be made to the syllabus to accommodate the course and examinations.