STORIA DEL MONDO ANTICO | Università degli studi di Bergamo - Didattica e Rubrica

STORIA DEL MONDO ANTICO

Modulo Generico
Codice dell'attività formativa: 
139006-M1

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2022/2023
Insegnamento (nome in italiano): 
STORIA DEL MONDO ANTICO
Insegnamento (nome in inglese): 
ANCIENT WORLD HISTORY
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa Caratterizzante
Tipo di insegnamento: 
Obbligatoria
Settore disciplinare: 
STORIA ROMANA (L-ANT/03)
Anno di corso: 
1
Anno accademico di offerta: 
2022/2023
Crediti: 
5
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
50
Ambito: 
Discipline storiche
Prerequisiti

Nessuno

Obiettivi formativi

Il modulo di Storia del mondo antico (5 CFU) è parte integrante, insieme con il modulo di Geografia (4 CFU), del corso di Istituzioni di Storia e Geografia I.

Al termine del modulo di Storia lo studente avrà acquisito i fondamenti della Storia del mondo antico, grazie all’apprendimento dei concetti di base della disciplina, che interloquirà sia sul piano dei metodi, sia su quello dei contenuti, con il modulo di Geografia. Ciò avverrà, soprattutto, per quanto riguarda la progettazione delle attività laboratoriali connesse al corso, che risultano per loro natura integrate: in questo modo lo studente verrà gradualmente accompagnato nell’analisi dei fatti storici relativi all’antichità e nella loro collocazione e contestualizzazione secondo precise coordinate temporali e spaziali.

Obiettivo specifico del modulo di storia del mondo antico è fornire allo studente gli strumenti per l’analisi critica e la comprensione di alcuni dei principali fenomeni della storia antica fin verso l’anno Mille in un ambito geografico che ruota attorno all’area del Mar Mediterraneo; individuati i concetti chiave (binomio libertà/autonomia, democrazia, esercito, impero, fede) e alcuni temi trasversali (sviluppo delle organizzazioni statali, processi di integrazione), l’obiettivo verrà raggiunto attraverso l’uso guidato delle fonti letterarie antiche presentate a lezione e poi discusse in modo più approfondito in apposite sessioni laboratoriali, strettamente connesse alle lezioni frontali, con l’affiancamento di tutor di laboratorio.

Il lavoro critico svolto sulle fonti costituisce una parte fondamentale del corso per il suo carattere formativo e metodologico: l’approccio alla storia avviene con un uso sapiente delle fonti e un buon insegnante di scuola primaria non può esimersi da una corretta formazione in materia; la progettazione di specifiche attività laboratoriali in gruppi autonomi con consegne circostanziate su argomenti segnalati a lezione permetterà allo studente di interfacciarsi e confrontarsi con i colleghi del corso per capire concretamente come servirsi degli aspetti fondamentali della materia nel futuro lavoro di insegnante di scuola primaria.

Le attività di laboratorio avranno inoltre come oggetto lo studio e l’analisi dei principali strumenti didattici per l’introduzione del concetto di tempo nella scuola dell’infanzia e per l’insegnamento della storia antica nella primaria, con approfondimenti relativi ai temi dell’inclusione e dell’integrazione nelle declinazioni legate all’interculturalità e ai Bisogni Educativi Speciali (disabilità, DSA, ADHD e altre circostanze personali e sociali). Sulla base di questo lavoro preliminare, lo studente, con l’aiuto e la guida dei tutor di laboratorio, sarà poi chiamato a verificare se e in quale misura questi principi trovano applicazione concreta a scuola; l’obiettivo verrà raggiunto, in coordinamento con l’attività di tirocinio prevista al secondo anno del corso, mediante l’elaborazione di osservazioni e interviste da sottoporre al corpo docente in occasione di apposite visite nelle scuole; il materiale sarà poi oggetto di discussione in un apposito incontro di laboratorio tenuto dal docente e da tutor esperti.

Infine, lo studente verrà guidato, con gli strumenti messi a disposizione durante gli incontri di laboratorio e resi disponibili sulla piattaforma Moodle, nella preparazione di una breve unità di apprendimento su un tema proposto tra quelli trattati nel corso, con particolare attenzione alle tematiche dell’inclusione e dell’integrazione interculturale; l’obiettivo verrà raggiunto con la produzione di materiale didattico che verrà discusso in sede d’esame e sarà oggetto di riflessione per il successivo inserimento nel portfolio personale; l’elaborato sarà di aiuto anche quando lo studente nel secondo anno di corso potrà impegnarsi nel tirocinio attivo.

Contenuti dell'insegnamento

Vengono approfondite le seguenti tematiche:
Passaggio dall'uomo preistorico all'uomo storico delle civiltà antiche – Miti e leggende delle origini e il problema dei controlli storiografici – Le grandi civiltà dell'antico oriente (Mesopotamia, Egitto, India e Cina) – Il Mediterraneo: la civiltà fenicia e giudaica, la civiltà greca, la civiltà romana dalle origini alla crisi e alla dissoluzione dell'impero – La religione cristiana: peculiarità del suo sviluppo e problemi storiografici della sua diffusione nel mondo antico – La nascita dell'islam e la sua espansione: problemi e dibattiti storiografici – Il passaggio dall'antichità al medioevo – Principi di metodologia e didattica della storia, con particolare attenzione ai temi dell’integrazione e dell’inclusione.

Metodi didattici

La didattica si svolgerà attraverso le seguenti modalità:
- lezioni frontali, caratterizzate da momenti di discussione e confronto;
- attività di laboratorio per gruppi con consegne circostanziate: il laboratorio è strettamente connesso alle lezioni con un’attenzione particolare al confronto e alla partecipazione attiva degli studenti;
- attività di laboratorio di preparazione, supporto e feedback dell’attività di visita in una scuola primaria durante le ore di insegnamento di storia.
Per raggiungere tale obiettivo, si prevedono lezioni interattive e approfondimenti realizzati anche con la partecipazione degli studenti. Tale metodo è supportato da strumentazioni visuali (power point), filmati e collegamenti in rete, al fine di facilitare l’apprendimento. Tutto il materiale oggetto delle lezioni e gli elaborati dei laboratori verranno resi disponibili sulla piattaforma Moodle, anche a supporto degli studenti non frequentanti.
Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte modifiche rispetto a quanto dichiarato nel syllabus per rendere il corso e gli esami fruibili anche secondo queste modalità.

Modalità verifica profitto e valutazione

La prova d’esame per il modulo di storia si svolgerà in forma orale e sarà centrata sulla verifica delle conoscenze e competenze disciplinari acquisite nel modulo.
Più precisamente, sia per i frequentanti che per i non frequentanti, essa consisterà in una discussione così strutturata:
- tre domande relative alla parte di metodologia storica e alla parte generale;
- presentazione e discussione dell’unità di apprendimento per la scuola dell’infanzia e primaria su un argomento da concordare preventivamente con il docente e da consegnare (via e-mail) almeno 20 giorni prima della data dell’appello d’esame prescelto (le modalità di svolgimento di questo lavoro saranno oggetto di un incontro specifico durante il corso);
- una domanda sulla didattica e sui metodi di insegnamento della storia nella scuola dell’infanzia e primaria;
- discussione sulle attività di laboratorio oggetto del corso che, in connessione con l’unità di apprendimento, saranno oggetto di riflessione per il successivo inserimento nel portfolio personale dello studente.
Ai fini della valutazione saranno considerati i seguenti elementi: la conoscenza dei temi proposti, l'uso appropriato del lessico e la proprietà di espressione, la capacità di operare collegamenti e riflessioni critiche, la capacità di applicare in campo didattico le conoscenze apprese.
Per i frequentanti concorreranno alla valutazione la partecipazione assidua e attiva alle attività didattiche e laboratoriali svolte durante il corso. In particolare, costituiranno parte fondamentale della valutazione globale i diversi lavori svolti per gruppi durante le attività laboratoriali connesse al corso; a motivo di ciò si consiglia vivamente la frequenza. In sostituzione di questa parte gli studenti non frequentanti saranno interrogati più approfonditamente sui contenuti del volume W. Panciera, Insegnare storia nella scuola primaria e dell’infanzia.
La valutazione globale relativa all’esame del corso integrato di Istituzioni di Storia e Geografia I verrà calcolata come media delle singole votazioni riportate nei due moduli di Storia del mondo antico e di Geografia. L'esame dei due moduli deve essere sostenuto nello stesso appello.

Prerequisites

None

Educational goals

The module of the Ancient World History (5 CFU), together with the module of Geography (4 CFU), is a part of the course of Institution of History and Geography I.

At the end of the course students will acquire the fundamentals of History of the ancient world, by learning the basic concepts of the discipline, which will be correlated both in methods and in contents with the module of Geography. This goal will be accomplished above all by intense workshop sessions, totally combined as for both of the modules: students will be carried in the analysis of the historical events of ancient history and guided in focusing them by temporal and spatial coordinates.

The specific objective and topic of the Ancient World History module is to provide the student the instruments for the critical analysis and comprehension of some of the main historical events of ancients history up to approximately 1000 A.C. in a geographical area that revolves around the Mediterranean Sea; once the main concepts have been found (freedom/autonomy, democracy, military, empire, faith) together with some of the cross-cutting themes (state organization development and integration processes), the target will be reached using the ancient literary sources presented during the lessons and then debated in all its depth during workshop sessions, strictly connected to the lessons.

The critical analysis on ancient sources is an basic part of the module for its formative and methodological nature: the students can approach the history only by an intelligent use of the sources and a good teacher in primary school has to learn these fundamentals; specific group workshop on topics developed during the lessons will be regularly planned; this allows the students to compare their opinions in order to learn how they can use the historical didactic instruments for their future job as teachers in primary school.

Once the main methodological instruments for ancient history lessons in primary school have been identified during the workshop sessions, also under the tutor’s guidance, the students will check if and how they can be applied during the school teaching; the target will be reached, together with the stage which is planned at the second year, by specific observations and interviews to the teachers during surveys at schools; the results are then to be examined during lab sessions.

Laboratory activities will also focus on the study and analysis of the main didactic tools for the introduction of the concept of time in kindergarten and for the teaching of ancient history in the primary school, with insights related to the themes of inclusion and integration in the declensions related to interculturality and to Special Educational Needs (disabilities, DSA, ADHD and other personal and social circumstances). On the basis of this preliminary work, the student, with the help and guidance of laboratory tutors, will then be asked to verify whether these themes find concrete application at school; the objective will be achieved, in coordination with the internship activity scheduled in the second year of the course, through the elaboration of observations and interviews to be submitted to the teaching staff on the occasion of specific visits to schools; the material will then be discussed in a special laboratory meeting held by the teacher and expert tutors.

The students will be guided, with the instruments provided during labs and available on Moodle platform, in order to be able to create a lesson with the help of the themes discussed during lab sessions, in connection with themes of inclusion and integration; the results will then be discussed during the exams and the student can use them on the occasion of the stage at the second year and to fill in their personal portfolio.

Course content

The following topics will be analysed:
From Stone Age to ancient civilizations - Myth, legends of the Origins and the first historians - The ancient near Middle East civilizations (Mesopotamia, Egypt, India and China) - Mediterranean Sea: Phoenician, Jewish, Greek and Roman civilizations - The Christianity: its development and growing in the ancient world - Islam and its expansion: historiographical issues and debates - From the ancient world to Middle Ages -Principles of methodology and teaching of history, with particular attention to the issues of integration and inclusion.

Teaching methods

Teaching will take place through lectures with discussions and connected labs with special attention to dialogue and active participation of students. A specific lab will be activated in order to prepare the visit at the primary school during the history lessons. To this end, interactive lectures and insights will be developed with the participation of the students. This method is supported by visual tools (power point), videos and web-links, in order to facilitate learning. All documents and papers will be available in Moodle platform for all not attending students.

Assessment and Evaluation

The exam will be in oral form and will concern the knowledge and disciplinary skills acquired in the module.
Both for attending and not attending students, the exam will be organized as follows:
- three questions about historical methods and/or main topics of ancient history;
- introduction and discussion about the small lesson to be prepared for kindergarten or primary school that will be choosen with the teacher and lab tutor and which will be submitted at least in 20 days before the exams;
- one question about the teaching methods of history in the primary school;
- discussion on the laboratory activities subject of the course which, in connection with the learning unit, will be the subject of reflection for the subsequent inclusion in the student's personal portfolio.

The evaluation will consider: the knowledge of the topics, the appropriate use of vocabulary, the ability to make critical connections and reflections, the ability to apply the knowledge.

For attending students the evaluation will also consider their constant and active participation in education and workshop activities carried out during the course. In particular, all the papers realized by different groups during the lab sessions connected to the main course will be considered as an important part of the global evaluation; for this reason the attendance in the course is not mandatory, but highly recommended. As replacement of this part the not attending students will be evaluated on the base of the book W. Panciera, Insegnare storia nella scuola primaria e dell’infanzia.

The global evaluation concerning the exam of the course of Historical and geographical Institutions I will be counted as the average of the single evaluations achieved in the module of History and Geography.