ANTROPOLOGIA DELL'INFANZIA | Università degli studi di Bergamo - Didattica e Rubrica

ANTROPOLOGIA DELL'INFANZIA

Attività formativa monodisciplinare
Codice dell'attività formativa: 
25320

Scheda dell'insegnamento

Per studenti immatricolati al 1° anno a.a.: 
2022/2023
Insegnamento (nome in italiano): 
ANTROPOLOGIA DELL'INFANZIA
Insegnamento (nome in inglese): 
ANTHROPOLOGY OF EARLY CHILDHOOD
Tipo di attività formativa: 
Attività formativa di Base
Tipo di insegnamento: 
Opzionale
Settore disciplinare: 
DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE (M-DEA/01)
Anno di corso: 
1
Anno accademico di offerta: 
2022/2023
Crediti: 
6
Responsabile della didattica: 

Altre informazioni sull'insegnamento

Modalità di erogazione: 
Didattica Convenzionale
Lingua: 
Italiano
Ciclo: 
Primo Semestre
Obbligo di frequenza: 
No
Ore di attività frontale: 
30
Ore di studio individuale: 
120
Ambito: 
Discipline filosofiche, psicologiche, sociologiche e antropologiche
Prerequisiti

Nessuno

Obiettivi formativi

Il corso si propone di permettere allo studente di:
- conoscere e comprendere le linee generali dello sviluppo dell'antropologia culturale e
dell’educazione;
- acquisire il lessico specifico disciplinare, sapendo riconoscere le specificità della disciplina in
rapporto alle altre scienze umane e sociali, ma sapendo valorizzare, al contempo, gli approcci
interdisciplinari;
- conoscere i problemi teorico-metodologici che la disciplina antropologica affronta nella sua pratica
oggi, con particolare riferimento ai processi e ai contesti educativi e alla condizione dell’infanzia;
- conoscere, in ottica comparativa, le diverse forme della trasmissione culturale e gli stili educativi
che, dalla prima infanzia, qualificano in modo specifico forme di vita culturalmente e storicamente
differenti.
Lo studente al termine del corso sarà in grado di:
- tradurre le conoscenze teoriche e metodologiche proprie dell’antropologia nell’assunzione di un
approccio critico ed auto-critico in ambito professionale;
- riferirsi e applicare gli strumenti analitici della ricerca etnografica per migliorare l’ascolto,
l’osservazione e l’interpretazione dei processi comunicativi a cui partecipa nei contesti della futura
pratica professionale attuando forme di mediazione culturale;
- applicare in maniera autonoma e critica il sapere antropologico e l’approccio etnografico nella
propria pratica professionale con particolare riguardo all’interpretazione della dimensione culturale
dei servizi educativi per l’infanzia in una prospettiva di inclusione sociale.

Prerequisites

None

Educational goals

The course aims to allow students:
- to identify the main theoretical and methodological approaches in cultural and educational
anthropology;
- to learn a subject specific vocabulary, acknowledging particular characteristics of anthropology in
comparison with other human and social sciences, while enhancing interdisciplinary approaches;
- to understand the main theoretical approaches and methodological issues that have been
characterizing the anthropological studies, with particular reference to early childhood education and
care;
- to learn knowledge, adopting an anthropological comparative perspective, regarding the different
forms of cultural transmission and learning styles that characterize diverse cultural and historical
communities.
At the end of the course the student will be able:
- to translate the theoretical and methodological knowledge of anthropological studies into critical and
self-critical skills in his/her professional environment;
- to interpret the information emerging from communicative processes involved in the professional
work as data to be processed through analytical tools provided by ethnographic research in order to
carry out cultural mediation practices;
- to apply anthropological knowledge and the ethnographic approach autonomously and critically in
his/her future professional practice, with particular regard to the interpretation of the cultural
dimension of early childhood educational services for favouring social inclusion.